Stampa

COMUNICATO STAMPA

Contatti per la stampa: Elena Moretto – morettoelena@libero.it – tel. 333.8476746

“Les Concerts Festifs” presenta il CONCERTO

 

“Venezia dal Louvre a Versailles”
SABATO 16 SETTEMBRE 2017 – ORE 20.00

ENSEMBLE CORRESPONDANCES
Deborah Cachet soprano
David Tricou tenore
Étienne Bazola basso
Simon Pierre violino
Izleh Henry violino
Lucile Perret flauto
Matthieu Bertaud flauto e flauto traverso
Mathilde Vialle viola da gamba
Diego Salamanca tiorba
Sébastien Daucé clavicembalo e direzione

Musiche di
L. Constantin, J. de Camberfort, F. Cavalli, A. Boesset, A. Campra, J.P. Rameau

CONSERVATORIO DI MUSICA BENEDETTO MARCELLO, PALAZZO PISANI

IL CONCERTO
In ogni momento della sua storia, a partire dall’epoca d’oro dei Dogi nel cinquecento, fino al XX secolo, Venezia, grazie al suo fascino, ha avuto una potente influenza sugli artisti francesi. sempre il rapporto tra francesi e italiani vede alternarsi l’emulazione, la collaborazione e la rivalità; ed è proprio questo particolare rapporto che il concerto vuole raccontare.

S’inizia con il nel XVII secolo, nel sontuoso palazzo del Louvre, al principio del
regno dell’appena maggiorenne Luigi XIV che sposa l’infanta di Spagna. Per l’occasione viene commissionata una nuova opera dell’ormai ovunque celebre compositore veneziano Francesco Cavalli che, invitato a Parigi, comporrà il suo L’Ercole amante di cui verranno eseguite diverse arie.


La seconda parte del concerto si situa un secolo più tardi nel Castello di Versailles dove ormai dimora stabilmente la corte. Qui invece il gusto francese si oppone a quello italiano. Gli artisti dell’epoca prendono posizione e si schierano nei due fronti di questa querelle estetica: ma mentre alcuni dichiarano appartenere esclusivamente a una scuola piuttosto che all’altra, c’è chi tenta invece di riconciliare i gusti. È il caso di Jean-Philippe
Rameau che proporrà la più brillante ed efficace delle sintesi estetiche: nei suoi componimenti infatti la sensualità e la ricchezza delle armonie francesi, abbracciano la vocalità italiana e il libero virtuosismo.


ENSEMBLE CORRESPONDANCES

 

Sébastien Daucé e musicisti s’incontrano durante gli studi al Conservatorio Nazionale di Lione, dove nel 2009 nasce una collaborazione dedicata alla scoperta dei tesori musicali rari e trascurati.

Quest’anno, l’ensemble ha esordito in Asia e Nord-America, aprendo l’Hong Kong French May Festival e il Boston Early Music Festival. La prima rappresentazione moderna del balletto reale La Nuit sarà presentata il prossimo novembre al Teatro di Caen, dove risiede l’ensemble. Inoltre, in autunno i musicisti si esibiranno in diverse prestigiose sedi europee:
MA Bruges, Barocktage in Melk, Utrecht Early Music Festival, Ambronay Festival, Amsterdam Muziekgebouw, London Festival of Baroque Music.
www.ensemblecorrespondances.

Tutto questo nella sala concerti di Palazzo Pisani, sede del Conservatorio di Musica Benedetto Marcello.

PREZZI

Adulti – 22 €

Tariffa ridotta – 18€

Giovani -10 €

Studenti, docenti e personale della Conservatorio B. Marcello – gratis

Forme di pagamento accettate: contanti o assegni

BIGLITTERIA

Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello” Palazzo Pisani, Campo S.Stefano, Sestiere di San Marco 2810 – 30124, Venezia

A partire da 45 minuti prima della rappresentazione  per l’acquisto dei biglietti o per il ritiro dei biglietti prenotati.

 

TICKET ON LINE

www.lesconcertsfestifs.com

admin@lesconcertsfestifs.com

 +39 329 414980

Contatti per la stampa: Elena Moretto – morettoelena@libero.it – tel. 333.8476746